Francia

pochi dati ufficiali e consapevolezza pubblica sui bambini scomparsi

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email
Share on print
Print

Sommario

introduzione

sfondo

La realtà della situazione dei bambini scomparsi in Francia è difficile da comprendere. Le informazioni sono scarse e le statistiche ufficiali sono difficili da ottenere.

Secondo l’associazione Droit d’Enfance, responsabile del servizio di assistenza telefonica per bambini scomparsi 116000 in Francia, e citata da pubblicazioni online, nel 2019 in Francia sono stati denunciati 51.287 minori scomparsi:

49.846 rapporti in fuga,
918 segnalazioni classificate come scomparse inquietanti e
523 denunce di rapimento o appropriazione indebita

Le autorità affermano che è difficile fornire un numero preciso di bambini scomparsi, poiché non tutti i casi vengono denunciati e un bambino può essere denunciato più volte, soprattutto se si tratta di un caso di fuga.

Richiedere un'azione

Le autorità francesi devono sviluppare a database più forte e trasparente sul numero di tutti i bambini scomparsi e sulle circostanze della loro scomparsa. Questa prova è un must per spingere per modifiche legali.

I genitori, i bambini e la comunità più ampia devono avere una migliore comprensione e consapevolezza di come prevenire e rispondere a tutte le forme di sottrazione di minori e alienazione dei genitori. Il sistema nazionale di allarme per sottrazione e il numero verde 116000 non sono ben noti o utilizzati dai genitori francesi.

Diritto di famiglia

Domestico

Quando i genitori si separano, possono concordare da soli i termini delle visite e della custodia. Se non è possibile raggiungere un accordo, il tribunale della famiglia interverrà per decidere. La custodia dei figli spesso coinvolge il bambino che visita il genitore non affidatario nei fine settimana e durante le vacanze scolastiche.

Il rapimento dei genitori lo è illegale in Francia ed è punibile ai sensi del codice penale. La legge francese afferma che “la sottrazione di un genitore si verifica quando un genitore tiene con sé i propri figli minorenni quando avrebbero dovuto essere sotto la custodia dell’altro genitore”.

Le seguenti situazioni sono considerate sottrazione dei genitori, nota come reato di non rappresentanza di minori:

  • il rifiuto di riportare il minore nella sua residenza abituale dopo i diritti di visita,
  • il rifiuto del genitore affidatario di lasciare il figlio al genitore non affidatario, e
  • il rifiuto di lasciare il figlio al genitore che deve accogliere il minore nell’ambito di una residenza alternata.

Il rapimento genitoriale include anche:

  • muoversi con il bambino senza il consenso dell’altro genitore (se ha diritto di visita) e senza fornire nuovi dettagli di contatto,
  • sequestro di persona in senso stretto, quando un genitore porta con sé il proprio figlio senza averne il diritto, mentre quest’ultimo è a scuola, alle cure dell’altro genitore o di altri adulti, come i parenti.

Internazionale

La Francia ha firmato la Convenzione dell’Aia nel 1993 e l’ha ratificata e attuata nel 1998. Uno sguardo alle domande di restituzione e accesso del 2015 ricevute dalla Francia attraverso la Convenzione dell’Aia rivela che:

Il 46% delle domande ricevute dalla Francia nel 2015 si è conclusa con il rimpatrio volontario del minore o con l’ordine di rimpatrio giudiziario,
Il 5% delle richieste di reso si è concluso con l’accesso concordato o ordinato,
Il 49% delle domande di ritorno è andato in tribunale e la metà di quelle si è conclusa con un rimpatrio rispetto, e
Il 27% delle ordinanze del tribunale è stato impugnato.

Nel complesso, le domande ricevute dalla Francia sono state risolte in media in 177 giorni.

Accanto alla Convenzione dell’Aia, molti altri accordi bilaterali o multilaterali volti a combattere l’allontanamento illegale dei minori dal luogo di residenza abituale e a proteggere i loro rapporti personali con uno dei genitori hanno stato ratificato dalla Francia: il Regolamento Europeo n. 2201/2003 noto come Bruxelles II bis, la Convenzione di Lussemburgo del 20 maggio 1980 e le convenzioni bilaterali.

Se lo Stato in cui il minore è stato rapito non ha firmato una convenzione, l’Autorità centrale francese non ha basi convenzionali per intervenire. In questo caso, si consiglia di contattare il Ministero degli Affari Esteri.

Rapimento dei genitori

Domestico

Le autorità francesi non pubblicano quanti rapimenti sono stati effettuati da un genitore o un familiare contro uno sconosciuto, né dove vengono portati i bambini. Tuttavia, è spesso riportato dai media che il rapimento dei genitori è in aumento con circa 600 casi nel 2017.

Internazionale

A livello europeo, Missing Children Europe segnala 426 casi in corso e 981 nuovi di sottrazione di genitori e 536 casi transfrontalieri in tutta Europa nel 2019. Nell’ultimo rapporto dell’Aia, la Francia si è classificata al quinto posto per numero di domande di ritorno o di accesso a un bambino con un totale di 294 domande. La Francia è sia vittima del rapimento internazionale dei genitori sia destinazione di rapitori. 134 di queste erano domande in arrivo che chiedevano il ritorno di bambini dalla Francia in circa 40 paesi, mentre 160 chiedevano il ritorno dei bambini in Francia.

Poco viene pubblicato su dove vengono portati questi bambini, sebbene molta attenzione dei media sia stata rivolta al Giappone. Nell’estate del 2020, il francese Vincent Fichot e l’italiano Tomasso Perina hanno fatto pressioni con successo sul parlamento dell’UE affinché approvasse una risoluzione che condannava l’inazione del Giappone e chiedevano il ritorno dei loro bambini rapiti. Non ha ancora avuto alcun effetto tangibile sulle politiche o pratiche giapponesi.

Dato che in Francia non è obbligatorio per entrambi i genitori firmare la domanda di passaporto per i propri figli, non è molto difficile per un genitore andarsene in segreto, soprattutto se il genitore possiede la doppia cittadinanza.

Alienazione genitoriale

In Francia, un bambino non può decidere di smettere di vedere un genitore. Una decisione del tribunale regola il rapporto tra genitori e figli. Se un bambino si rifiuta di tornare a casa di uno dei genitori, l’altro genitore può essere perseguito penalmente per non rappresentare il bambino, anche se la polizia non è molto reattiva. Esiste la possibilità per il genitore alienato di avviare un procedimento penale.

Questi procedimenti possono essere lunghi e psicologicamente pesanti. Questo perché a volte vengono avanzate denunce di violenza, stupro e abuso sessuale. Queste affermazioni devono essere indagate e, se ritenute vere, il genitore può perdere la custodia.

Mentre ci sono molte procedure legali per affrontare l’alienazione dei genitori. Ciò che manca sono soluzioni pragmatiche ed efficaci. I giudici spesso si sentono impotenti perché non possono seguire la situazione giorno per giorno, mentre il manipolatore continua il suo lavoro quotidiano minato poiché ha il bambino sotto il suo controllo.

Prevenzione

Se tu o qualcuno che conosci temi che un bambino possa essere rapito dai familiari, puoi adottare le seguenti misure preventive:

  1. Stabilire i termini della potestà genitoriale -È molto importante che venga raggiunto un accordo per stabilire i termini della potestà genitoriale. Se i genitori non riescono a raggiungere un accordo, dovrebbero cercare il sostegno di un avvocato specializzato in famiglia e deferire il caso al sistema giudiziario della famiglia.
  2. Mantieni le linee di comunicazione aperte con l’altro genitore e disinnescare i conflitti Rimani vigile e presta attenzione a qualsiasi cambiamento importante che potrebbe verificarsi nella vita di quel genitore, come cambiare le informazioni di contatto, vendere una casa o lasciare un lavoro. Puoi anche chiedere alle persone intorno a te di informarti di tali attività.
  3. Conserva le informazioni di contatto dei membri della famiglia di quel genitore, soprattutto se vivono all’estero
  4. Tenere al sicuro i passaporti, i documenti di identità e i documenti di famiglia del bambino.
  5. Impedisci qualsiasi richiesta di passaporto per tuo figlio a tua insaputa. Ciò è particolarmente importante se l’altro genitore possiede un’altra cittadinanza. Puoi farlo contattando l’ambasciata o il consolato per informarli che sei contrario a qualsiasi richiesta di passaporto per tuo figlio senza il tuo consenso.
  6. Contattare la polizia in caso di minacce verbali e tenere un registro di queste minacce come potenziale prova

Bambino scomparso

Se temi che tuo figlio sia stato o sarà rapito all’estero, puoi adottare queste misure:

1.File a ordine restrittivo temporaneo (IST)

Questa richiesta ti consente di opporti a tuo figlio che lascia il paese all’insaputa dell’altro genitore. Questo può essere presentato al giudice per gli affari di famiglia presso il luogo di residenza del minore e consente al minore di essere registrato nel fascicolo della persona ricercata in Francia e nel Sistema d’informazione Schengen in 26 paesi europei. È valido fino a quando tuo figlio compie 18 anni.

2.File opposizione all’uscita dal paese (OST)

Questa misura di emergenza impedisce all’altro genitore di lasciare il paese con tuo figlio senza il tuo consenso. Può essere depositata in prefettura o sottoprefettura oppure presso la polizia o la gendarmeria. Consente inoltre al minore di essere registrato nel file della persona ricercata in Francia e nel sistema d’informazione Schengen in 26 paesi europei. La misura dovrebbe essere attuata solo se si è abbastanza sicuri che il bambino verrà portato all’estero poiché è valida solo per 10-15 giorni e può essere attuata una sola volta.

Il governo francese ha pubblicato informazioni dettagliate e di facile accesso sul rapimento dei genitori, offrendo un elenco completo delle azioni che puoi intraprendere nel caso in cui tuo figlio sia stato rapito dall’altro genitore o da un membro della famiglia.

Se tuo figlio è scomparso, puoi contattare il Centro francese per la protezione dei bambini (CFPE) – Bambini scomparsi rispondendo al numero di telefono 116000 .

Se tuo figlio è stato rapito dall’altro genitore o da un parente, puoi trovare un elenco dettagliato delle azioni da assumere dal Ministero dell’Interno.

In caso di allontanamento illegale all’estero, puoi trovare un elenco completo di azioni da assumere Il Ministero per l’Europa e gli Affari Esteri.

Credito e contributo

Dichiarazione di non responsabilità legale

I materiali disponibili su questo sito web sono solo a scopo informativo e non allo scopo di fornire consulenza legale. È necessario contattare il proprio avvocato per ottenere consigli in merito a qualsiasi problema o problema particolare.

Aiutaci a migliorare questa pagina!

Abbiamo perso dati o informazioni importanti? Hai qualche suggerimento su come rendere più utile questa pagina? Fateci sapere come!